Simposio di Studi Italici

di Edoardo Pacelli

La professoressa Flora SimonettiSi Ŕ tenuto a Rio de Janeiro dal 18 al 20 settembre, il Primo Simposio Internazionale del Programma di Studi Italici, organizzato dalla professoressa Flora Simonetti per conto della UERJ, l'UniversitÓ dello Stato di Rio, Settore di Italiano del Dipartimento di Lettere Neolatine. Titolo del Simposio: DI┴LOGOS IT┴LICOS: SABERES E PO╔TICAS. L'obiettivo Ŕ stato quello di riunire a Rio grandi studiosi e specialisti della Cultura Brasiliana e di quella Italiana, a cominciare dal professor Carmelo Distante dell'UniversitÓ di San Paolo. L'incontro Ŕ servito anche a presentare lavori di livello universitario basati su studi della cultura italo-brasiliana, nella sua pluralitÓ di manifestazioni. Ma Ŕ stata anche l'occasione di rendere un doveroso tributo a due grandi volti della cultura universale, vale a dire il filosofo Giordano Bruno, di cui lo scorso anno si Ŕ celebrato il quarto centenario della morte, oltre al compositore Giuseppe Verdi, del quale ricorr questo anno il centenario della sua scomparsa. Per celebrare il primo, Ŕ stato invitato il professor Nuccio Ordine dell'UniversitÓ della Calabria, che ha parlato sul tema: Tolleranza, Vita civile e UnitÓ dei saperi in Giordano Bruno. L'omaggio a Giuseppe Verdi Ŕ avvenuto eseguyendo un concerto di musiche verdiane da parte dell'orchestra e coro Violini Magici, sotto la direzione del maestro Murillo Loures. Altri temi trattati sono stati: Cinema tra letteratura e arte figurativa, da parte del professor Sergio Micheli dell'UniversitÓ di Siena e La poesia contemporanea Brasile/Italia: Nuovi talenti. La presenza di un numeroso e attento pubblico ha contribuito ha premiato la commissione organizzatrice. La professoressa Simonetti pu˛, pertanto, considerarsi pienamente soddisfatta con il proprio lavoro e con quello della sua equipe.