7 gennaio: festa della bandiera

(L.C.) - 7 gennaio 2003

Il Presidente Ciampi durante il suo discorso sulla bandieraIl 7 gennaio la bandiera italiana ha compiuto 206 anni e per festeggiare l’evento il Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ha affidato a televisioni e agenzie di stampa un discorso per celebrare il Tricolore, il suo senso, la sua storia.

In attesa che questa giornata venga innalzata a Festa Nazionale, come auspicato dallo stesso Presidente, Ciampi ha rievocato la storia del tricolore: “Duecentosei anni fa – ha ricordato – il Congresso della Repubblica Cispadana scelse il primo tricolore verde, bianco e rosso quale simbolo delle libertà civili e della speranza di indipendenza, di fratellanza tra cittadini dalle storie e vicissitudini diverse”.

Ma l’omaggio alla bandiera italiana è anche l’occasione per rinnovare gli auspici già espressi nel tradizionale messaggio di fine anno. Il Presidente, infatti, invita nuovamente il paese a fare un ulteriore sforzo di volontà per rialzare la testa e uscire dal periodo di difficoltà che sta attraversando. “L’Italia – ha dichiarato Ciampi – può fare di più e meglio nell’accrescere il proprio sviluppo e nel diffonderlo nelle varie regioni, nel mondo. E’ lo stesso sentimento che avvertiamo in noi quando vediamo alzarsi il tricolore nelle gare sportive internazionali, allorché gli atleti italiani hanno saputo affermarsi. Premio le nostre ragazze e i nostri ragazzi per l’esempio di impegno, di disciplina e di vitalità che danno a tutti noi”.

Nel messaggio del Presidente non sono mancati riferimenti all’attualità e alle ultime catastrofi naturali che hanno piegato l’Italia, oltre a parole di solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite. “Quello che oggi sentiamo come dovere prioritario è di sostenere il ritorno a una vita normale di tutte le comunità (dal Molise alla Sicilia alle isole Eolie) che negli ultimi tempi hanno subito o subiscono la violenza della natura. Tutti gli italiani sono vicini ai loro concittadini di queste comunità, li continueremo ad aiutare. Non faremo mancare loro solidarietà concreta”.

Anche il presidente della Camera, Pierferdinando Casini, ha voluto rendere omaggio alla bandiera italiana. “Nella giornata del Tricolore – ha detto durante la sua visita ufficiale in Malesia – avvertiamo tutti l’orgoglio della nostra appartenenza nazionale e il valore della nostra identità. Il tricolore non è solo il simbolo dell’unità di tutti gli italiani, ma anche il riferimento permanente degli italiani residenti in tutte le parti del mondo, anche le più sperdute. Ad essi ci rivolgiamo grati per la memoria che coltivano con intelligenza del nostro Paese e della sua storia”.

E nel giorno delle celebrazioni alla bandiera italiana è stata riaperta anche la sala del Tricolore nel municipio di Reggio Emilia (danneggiata dai terremoti del ’96 e del 2000) che vide proprio la sua nascita il 7 gennaio del 1797.