A Rio una stella del "Bel Canto"

Edoardo Pacelli - Rio de Janeriro, 31 marzo 2003

La giovane cantante, Carla Regina, con l'anfitriona, la signora Mariano, durante il ricevimento in onore dell'artista.Il Console Francesco Mariano ha voluto fare un omaggio alla città di Rio de Janeiro e agli amanti della musica, invitando una stella di prima grandezza del firmamento musicale lirico italiano, la mezzosprano Carla Regina. Il giovane talento, nato nella graziosa cittadina pugliese di Bitonto, ha cominciato la sua brillante carriera al Conservatorio di Bari, dove ha seguito i corsi di pianoforte. Qui una insegnante ha scoperto le qualità canore della giovane artista e l'ha convinta a studiare canto, cosa che l'ha portata a diplomarsi al Conservatorio Verdi di Milano. Prima di arrivare alla fine dei suoi studi, però, Carla Regina ha voluto seguire dei corsi di perfezionamento in varie città europee, perchè, secondo lei: «Bisogna apprendere i diversi repertori e generi musicali, nei luoghi dove questi sono nati»: Così ha studiato a Salzburg nel famoso Mozarteum, a Lubecca, a Belfort, la graziosa cittadina vicina a Lione, in Francia, oltre che in Olanda, specializzandosi nei vari generi musicali, dagli oratori ai Lied, dalla musica da camera al jazz. Alla fine è approdata in Olanda, ad Amsterdam dove ora risiede. A suo parere, un artista deve saper interpretare tutti i generi musicali. La musica è tutta bella. Non esiste musica bella o brutta, esistono belle o brutte interpretazioni. Durante le sue tournee, ha voluto rendere reali le sue convinzioni musicali. Nei tre concerti che eseguirà a Rio, il 3 aprile alla Casa d'Italia ed il 5 e 6 aprile nella Sala Baden Pawell a Copacabana, i fortunati spettatori potranno assistere a una parte dedicata alle canzoni di Tosti, quindi si passerà alle classiche canzoni napoletane, per finire con alcuni stornelli romani. Per concludere ci sarà una felice sorpresa, ben brasiliana.

Carla Regina ha già interpretato varie opere, il Tancredi di Rossini, Le Nozze di Figaro di Mozart, l'Otello, sempre di Rossini, e si appresta a realizzare il suo sogno, che è quello di interpretare la Carmen di Bizet, sogno che si avvererà quest'estate. Un'opera alla quale è particolarmente affezionata è L'incoronazione di Poppea, di Claudio Monteverdi, mentre ha degli splendidi ricordi del Satyricon di Bruno Maderna, nel quale si è esibita nel ruolo di Fortunata, accompagnata dal Divertiment Ensemble.