Craxi sull'attentato agli USA

Bobo Craxi, Presidente del Nuovo Partito Socialista Italiano, che avrebbe dovuto intervenire mercoledý 12 al dibattito  alla Camera dei Deputati, Ŕ rimasto bloccato all'aeroporto di Tunisi ed ha quindi inviato il suo intervento.

Manhattam in fiammeSig. Presidente, Onorevoli Colleghi , mi unisco alle parole di cordoglio, di condanna, di forte e concreta preoccupazione per gli avvenimenti che hanno colpito la grande Nazione amica, alleata di ieri, di oggi, di domani. E tutti gli italiani, i sinceri democratici, i concreti difensori della pace nel mondo a quelle parole si devono unire . Cercando tuttavia in queste ore, una reazione possibile, che fugga dallo straordinario impatto emotivo creato dagli eventi, io non posso che esortare il nostro Paese innanzitutto, assieme agli altri paesi dell'Unione, a dispiegare il massimo di forza politica possibile per cercare il compromesso utile, la via pi¨ breve, il dispositivo politico pi¨ idoneo per portare la pace ed un cessate il fuoco definitivo e duraturo nei Paesi del Medio Oriente. Vi sono migliaia di cittadini in quelle terre che sentono su di sÚ il peso delle frustrazioni, delle miserie, delle sconfitte militari e della totale mancanza di speranza per un futuro migliore. Se l'Occidente Ŕ minacciato significa anche che milioni di uomini su questa terra vivono ritenendo che l'occidente sia esso stesso una minaccia. Che vi sono situazioni ritenute inaccettabili a tal punto da ritenere giustificata la follia omicida, l'uso indiscriminato della forza e delle armi. L'Italia sappia dare una speranza di pace e sia degna della sua cultura e della sua civiltÓ manifestando il proprio impegno per una convivenza pacifica, fra popoli, stati, religioni diverse . Intensificando il proprio sforzo per garantire sicurezza e serenitÓ nelle prossime ore a tutti gli italiani, intensifichi il proprio lavoro diplomatico nell'area calda del Medio Oriente, promuova una azione di pace duratura e definitiva, non perda il proprio ruolo e prestigio presso i popoli del mediterraneo, che conoscono ed apprezzano da anni la nostra amicizia, la nostra saggezza, il nostro equilibrio. Scongiuri un inutile e controproducente ritorsione militare contro altri obbiettivi civili. Ad una catastrofe di questa portata non deve seguirne un'altra . Scivoleremmo su un piano inclinato pericoloso, dannoso, per la convivenza civile, per la sicurezza dei cittadini del mondo, per la salute della nostra economia giÓ seriamente minacciata . Siamo messi nuovamente di fronte ad un'altra prova, mi auguro che il popolo italiano, le sue istituzioni, i partiti democratici sappiano essere uniti, sapendo respingere le possibili minacce levando alto e forte il nostro desiderio di dialogo, di tolleranza e di pace, questo Ŕ il compito che siamo chiamati ad assolvere, e su questa strada vi sarÓ sempre il sostegno dei socialisti italiani.