Gianfranco Fini nuovo Ministro degli Affari Esteri

ROMA\ aise\ - Novembre 2004

Il neo ministro, Gianfranco FiniCon la firma al Quirinale, la successione di Gianfranco Fini alla guida della Farnesina al posto di Franco Frattini è diventata oggi ufficiale. Dopo giorni di attesa e notizie ufficiose, il Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ha firmato il decreto con il quale, su proposta del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sono state accettate le dimissioni presentate da Franco Frattini dalla carica di Ministro degli Affari Esteri e, contemporaneamente, è stato nominato suo successore Gianfranco Fini. Quest’ultimo, subito ricevuto dal Capo dello Stato, resterà anche Vice Presidente del Consiglio. Lo ha confermato il premier Berlusconi nel corso del Consiglio dei Ministri appositamente convocato oggi, durante il quale il Consiglio ha condiviso e si è associato al Presidente Berlusconi nel ringraziare Frattini per il lavoro svolto e gli ha rivolto gli auguri per il nuovo prestigioso incarico comunitario. Lunedì, infatti, Frattini, nominato Vice Presidente della Commissione Giustizia, Libertà e Sicurezza dell’Ue, sarà a Bruxelles per il suo nuovo incarico, dopo il via libera dato oggi a Barroso dal Parlamento europeo. E proprio da Strasburgo, dove si trovava oggi, il ministro ha dichiarato: "il presidente Fini, a partire dal delicato vertice di Sharm El Sheikh, procederà tenendo alta la bandiera della diplomazia italiana". Frattini ha poi espresso la propria "gratitudine" al presidente José Manuel Durao Barroso per aver detto ieri in aula che "non si può immaginare che un Paese dell'Unione non possa legittimamente inviare un membro del governo per l'attività di Commissario in una qualsiasi area di competenza".

Chi è Gianfranco Fini che ora guiderà il Ministero degli Affari Esteri? Nato a Bologna il 3 gennaio 1952, Fini è sposato ed ha una figlia. Laureato in psicologia, è giornalista professionista dal 1979. Segretario nazionale del Fronte della Gioventù nel 1977, è eletto deputato per la prima volta il 26 giugno 1983. Dal dicembre 1987 al gennaio 1990 è segretario nazionale del MSI-DN, incarico che ricopre nuovamente dal luglio del 1991. Al congresso di Fiuggi (25-29 Gennaio 1995) viene eletto Presidente di Alleanza Nazionale. Alle elezioni politiche del 1996 è eletto deputato nel collegio Roma 24; è parlamentare europeo eletto in tutte e cinque le circoscrizioni nazionali nel 1994. Alle amministrative di novembre del 1997 è eletto consigliere comunale di Roma. Eletto nel maggio 2001 alla Camera dei deputati con il sistema maggioritario nella circoscrizione XV (Lazio 1). Nel febbraio del 2002 è stato nominato rappresentante del governo italiano in seno alla Convenzione Europea. (aise)

Il commento del Senatore Francesco Cossiga: «Ero contrario alla nomina di Fini per vari motivi. Anzitutto per la sua famiglia politica. Comunque sarà per me il ministro degli Esteri del mio paese e la sua figura dovrà essere rispettata e fatta rispettare anche all'estero, senza faziosità di politica interna»