I connazionali all’estero sono una forza enorme

Il Presidente CiampiROMA - Carlo Azeglio Ciampi, dopo avre ricordato la data del 4 novembre come data dell'unità nazionale, ha affermato che considera gli italiani all'estero «una forza enorme perché il loro sentimento della Patria risponde al profondo della coscienza degli italiani» e perché mantengono un forte legame con l'Italia. Il presidente della Repubblica, intervistato da Rai International , parla dei suoi incontri con le nostre comunità e dei prossimi appuntamenti: in Argentina e Uruguay nella primavera prossima per festeggiare i 140 anni dell’unità italiana. «L'incontro che ebbi a Rio de Janeiro con la comunità italiana - racconta Ciampi - fu veramente magnifico. Commovente. Questa per me è la forza degli italiani all'estero». Visitando i nostri lavoratori che vivono in Germania, dice, «avvertii questo grande senso della madrepatria: l'Italia è nel cuore di tutti». Le qualità di coloro che appartengono alle nostre comunità, prosegue Ciampi, «sono riconosciute da tutti i capi di Stato che ho incontrato». E «gli italiani sono ovunque inseriti nelle nuove realtà sociali, sono diventati cittadini leali e rispettosi degli Stati che li hanno ospitati, ma mantengono questo grande attaccamento alla loro patria, alle radici di civiltà che mantengono vive ovunque un italiano si trovi».

Unica nota stonata, aver confuso Rio de Janeiro con San Paolo.