Il grande successo delle primarie

Domenico Pisano* - LOS ANGELES

- Dunque vediamo un po’: più di tremilioni di Italiani hanno votato per eleggere, fra i candidati della coalizione di centro-sinistra, il candidato premier alle prossime elezioni politiche del 2006. Benissimo, grande successo democratico fra chi pensa a sinistra, nello scegliere Romano Prodi, già per altro indicato da moltissimo tempo dai partiti della sua coalizione: insomma, se non erro, la squadra della sinistra ha scelto chi la dovrà guidare nella gara elettorale del 2006. I risultati ottenuti sono invece gabellati per una “netta” indicazione degli Italiani (non solo quelli che pensano a sinistra, si badi bene) che in tal modo, avrebbero detto di no a Berlusconi ed alla sua coalizione di centro-destra: questo quando la sua squadra è stata a guardare, non essendo abilitata a votare. Io non credo che valga la pena di insistere più di tanto su questa ennesima e clamorosa mistificazione, dove Prodi & Co. tentano di truffare gli Italiani, facendo passare per pasta quello che invece è riso: fortunatamente gli Italiani sono ancora in grado d’intendere e di volere e, sopratutto, non amano essere presi in giro. Dagli Stati Uniti, che hanno una lunga tradizione nel fare primarie ad ogni scadenza elettorale, Prodi & Co. pare non abbiano imparato proprio nulla: esse sono sempre tutte interne ai due schieramenti (Repubblicani e Democratici) e nessuno dei due si sogna mai di tirare in ballo una profezia di vittoria alle elezioni generali, o d’interpretare il successo di questo o quel candidato di ogni singolo partito, come un successo nazionale, che solo il voto plurimo potrà esprimere in un senso o nell’altro. In aggiunta, il solito ineffabile Danieli cerca di fare passare come una grande partecipazione al voto in queste primarie, tutte interne al centro-sinistra, il fatto che in tutto il mondo, gli Italiani all’estero avrebbero votato in circa 20.000 su 3.900.000 risultanti iscritti! Per carità di Patria e generosità verso il nostro Danieli, meglio evitare il calcolo percentuale, non vi pare?

 * Portavoce Azzurri nel Mondo Usa

** Da Il Giornale