Immigrati e disoccupati italiani

Il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalloti (FI)18 luglio 2000

“Sul problema dell'immigrazione le Regioni faranno da sole”. Lo afferma il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalloti, che sottolinea: “E’ una favola che il lavoro, quello regolare, offerto agli immigrati extracomunitari, sia rifiutato da chi in Italia non ha una occupazione stabile. Semmai é vero il contrario. La presenza, soprattutto di clandestini - osserva Chiaravalloti - alimenta il lavoro nero e quindi toglie, nascondendole al mercato ufficiale, alcune disponibilità. Il governo si mostra ancora una volta disattento, soprattutto alle esigenze del Mezzogiorno. Pensa di risolvere ogni questione al centro, escludendo dalle decisioni le regioni che vengono solo consultate. Le Regioni faranno da sé.

Con la Regione Lombardia abbiamo già in programma un accordo che incentivi gli imprenditori padani ad investire in Calabria. Di fatto consentendo ai capitali nazionali di rimanere in patria e di non espatriare. Ha ragione Formigoni a pretendere prima di tutto il lavoro per gli italiani. Vuol dire che ci accorderemo tra regioni anche per favorire flussi migratori nazionali di italiani che intendono trasferirsi altrove”.