Ordine del giorno approvato dal Consiglio Nazionale del Nuovo PSI

17/02/2001

Il Consiglio Nazionale del nuovo PSI, conferma le scelte politiche sancite dal Congresso di Milano, che si possono riassumere nei due concomitanti obbiettivi, della affermazione inequivocabile dell'autonomia e dell'identità socialista e di una chiara scelta di campo che porti alla sconfitta di Rutelli e del falso centro sinistra

Il Consiglio Nazionale prende atto dell'evoluzione del quadro politico determinata dall'entrata in campo di D'Antoni e di Democrazia Europea rispetto ai quali guardiamo con attenzione, soprattutto per la centralità che nella loro posizione assume l'impegno per una riforma della legge elettorale in senso proporzionale.

Il Consiglio Nazionale, prende atto con viva cordialità della lettera inviatagli da Silvio Berlusconi e lo ringrazia per le manifestazioni di grande rispetto per la nostra storia, apprezza la disponibilità ad un' alleanza politica piena, paritaria e dignitosa, e condivide la stima manifestata da Berlusconi per l'esperienza e la competenza dei nostri dirigenti: lettera che supera quelle che erano apparse a tutti i socialisti come preclusioni ingiuste ed inaccettabili. Il Nuovo PSI in nessun caso potrebbe mai accettare uno status caratterizzato da una sorta di rappresentatività o sovranità limitata. Sulla base della pari dignità tra alleati è possibile riprendere il dialogo interrotto e portarlo ad un serrato confronto sul piano politico, programmatico ed elettorale, fermo restando che ove rimanessero preclusioni inaccettabili il Nuovo PSI è indisponibile a fornire candidature di coalizione nel maggioritario.

Il Consiglio Nazionale ribadisce la disponibilità a concorrere alla definizione e quindi alla sottoscrizione dell'appello agli elettori a sostegno della candidatura di Berlusconi in una posizione analoga agli altri sottoscrittori.

Il Consiglio Nazionale impegna le organizzazioni territoriali del Partito ad avviare immediatamente le in iniziative volte a garantire la presenza di candidature socialiste e di area laica riformista sotto il simbolo del garofano sia alla Camera per la quota proporzionale sia al Senato .

Il Consiglio Nazionale saluta gli amici di Liberal che hanno deciso di partecipare con noi a tale impegno elettorale, auspica che medesima decisione adottino le altre organizzazioni dell'area socialista, socialdemocratica laica e le rappresentanze sociali qualificate con le quali si è sviluppata una convergenza politica e programmatica essenziale.