Pinocchio nel regno dei lottizzati

Gad LernerE poi dicono che questa maggioranza è inattiva. Fateli ragionare di poltrone, e le luci degli uffici resteranno accese fino a notte fonda. Come in effetti è avvenuto, e come forse altre volte avverrà da qui alle elezioni. Con un triplice risultato. Primo, spendere qualche altro miliardino del contribuente, visto che chi se ne va giustamente pretende, e chi arriva, com'è ovvio, batte cassa....

E se uno volesse essere malizioso (roba infame) potrebbe addirittura pensare che il "burocrate" Borrelli sia stato sostituito dal creativo Lerner, proprio per poter dire dopo il voto: "Che volete fare, sostituire Lerner? Allora non guardate alla professionalità, questa è solo una purga politica". Il terzo risultato, infatti, è che se il Polo vincerà le elezioni ne avrà uno in più da sostituire: Lerner, appunto, che dovrà fare inevitabilmente le valigie, visto che la probabile nuova maggioranza non sembra intenzionata al prossimo giro a far uso del buonismo eccessivamente buonista messo in campo nel '94, e per nulla applicato in seguito dal centrosinistra...

Calma, signori. Non è successo niente, o quasi, conoscendo i nostri polli. E' successo che il Ds sta giocando tutte le sue carte per non perdere rovinosamente il potere, e che pensa che con le "par condicio" e i Lerner la frana possa essere fermata. Ma la prima non è bastata alle Regionali e il secondo non servirà per le Politiche. Perché? Perché la massa non è poi così fessa come i partiti di massa pensano; e perché il problema non è solo di poter comunicare, ma anche di cosa e come comunicare. Un problema che non potrà risolvere neppure la furbizia di un Pinocchio.